Progetto

Ciclo e riciclo dei rifiuti è un percorso, coinvolgente e ricco di esperienze, tra le bellezze naturalistiche e le tematiche ambientali, del territorio altavillese.

La scelta dei temi è stata dettata soprattutto dalla posizione geografica del comune di Altavilla Silentina, ad un passo dall’Oasi di Persano (e dall’emergenza rifiuti ad essa collegata) da una parte, e dall’area archeologica di Paestum dall’altra. 

La cronaca locale e nazionale ha posto ancora una volta l’accento sul nostro territorio e sulle emergenze ambientali che lo interessano; da qui la necessità di stimolare negli alunni, già da molto presto, una particolare sensibilità per i problemi legati all'ambiente, al fine di creare una nuova cultura che trasformi la visione antropocentrica del rapporto uomo-natura in quella biocentrica, che considera l'uomo come parte della natura.  

La scuola, come ente educativo e formativo, ha l’importante compito di tutelare il patrimonio culturale, di realizzare strategie di cambiamento che creino le basi per la formazione di una cittadinanza attiva e responsabile. Essa offre la possibilità di rivolgersi a quelli che saranno i cittadini di domani, sviluppando in loro una sensibilità ambientale, una coscienza civile indispensabile per la salvaguardia del territorio. Percepire il proprio ruolo nell’ambiente e le conseguenze delle varie azioni, prendere consapevolezza della produzione dei rifiuti e dei possibili interventi, comprendere quali siano i gesti necessari per ridurre il materiale destinato allo smaltimento e inviato, invece, al riciclaggio sono aspetti fondamentali ad indirizzare i giovani verso una corretta acquisizione di una mentalità ecologica.


Ciclo e riciclo
dei rifiuti è un percorso, coinvolgente e ricco di esperienze, tra le bellezze naturalistiche e le tematiche ambientali, del territorio altavillese.
La scelta dei temi è stata dettata soprattutto dalla posizione geografica del comune di Altavilla Silentina, ad un passo dall’Oasi di Persano (e dall’emergenza rifiuti ad essa collegata) da una parte, e dall’area archeologica di Paestum dall’altra. 
La cronaca locale e nazionale ha posto ancora una volta l’accento sul nostro territorio e sulle emergenze ambientali che lo interessano; da qui la necessità di stimolare negli alunni, già da molto presto, una particolare sensibilità per i problemi legati all'ambiente, al fine di creare una nuova cultura che trasformi la visione antropocentrica del rapporto uomo-natura in quella biocentrica, che considera l'uomo come parte della natura.  
La scuola, come ente educativo e formativo, ha l’importante compito di tutelare il patrimonio culturale, di realizzare strategie di cambiamento che creino le basi per la formazione di una cittadinanza attiva e responsabile. Essa offre la possibilità di rivolgersi a quelli che saranno i cittadini di domani, sviluppando in loro una sensibilità ambientale, una coscienza civile indispensabile per la salvaguardia del territorio. Percepire il proprio ruolo nell’ambiente e le conseguenze delle varie azioni, prendere consapevolezza della produzione dei rifiuti e dei possibili interventi, comprendere quali siano i gesti necessari per ridurre il materiale destinato allo smaltimento e inviato, invece, al riciclaggio sono aspetti fondamentali ad indirizzare i giovani verso una corretta acquisizione di una mentalità ecologica.

OBIETTIVI
·         Promuovere atteggiamenti e comportamenti consapevoli e responsabili verso l’ambiente.
·        
Educare i giovani ad un approccio sistemico verso le problematiche ambientali, approfondendo, altresì, modalità multivariate di interventi.
·        
Favorire un approccio multidisciplinare alle tematica ambientali.
·        
Sollecitare la consapevolezza del passaggio concettuale dalla “protezione e salvaguardia della natura” alla “corretta gestione del territorio”.
·        
Favorire un’azione integrata di apertura della comunità scolastica al territorio, anche attraverso attività innovative (Open Space Tecnology…), quali momenti di conoscenza e sensibilizzazione sulle tematiche relative all’ambiente.
·        
Costruire occasioni, strutturate e sistematiche, di incontro e di scambio tra la scuola, i cittadini e il mondo della ricerca.

 PARTNER
La collaborazione tra scuola e soggetti esterni, quali associazioni culturali e il Comune di Altavilla Silentina, vuole orientare l'elaborazione di percorsi didattici curvati sull'ambiente naturale, inteso come bacino di cultura e come risorsa da conoscere e salvaguardare.
Per il miglior raggiungimento delle finalità del Progetto, l’Istituto Comprensivo di Altavilla  Silentina ha stipulato protocolli di intesa con altri soggetti  culturali e istituzionali presenti nella realtà sociale:
-        
il Comune di Altavilla Silentina che da sempre affianca l’Istituzione scolastica sostenendola e supportandola in tutti i percorsi educativi e formativi;
-          Associazione Culturale “Argonauta” Arte, cultura e territorio di Altavilla Silentina impegnata nella realizzazione di attività nelle scuole per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico del territorio;
-          il centro servizi al volontariato e all'economia solidale “Paideia” di Salerno, impegnato nella diffusione della cultura della partecipazione, offrendo momenti informativi mirati.
-          Esperti nel settore audio-visivo con la collaborazione di Alfonso Verruccio.

 TARGET
Il progetto ScuolAmbiente “ Ciclo e riciclo” incentrato sul tema dell’educazione ambientale ed in materia di rifiuti, è indirizzato agli studenti delle classi V della Scuola Primaria e quelli delle classi I della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo di Altavilla Silentina, ai giovani del territorio ed alle loro famiglie, agli adulti ed agli anziani, italiani e stranieri.

OBIETTIVI
·        
Promuovere atteggiamenti e comportamenti consapevoli e responsabili verso l’ambiente.
·        
Educare i giovani ad un approccio sistemico verso le problematiche ambientali, approfondendo, altresì, modalità multivariate di interventi.
·        
Favorire un approccio multidisciplinare alle tematica ambientali.
·        
Sollecitare la consapevolezza del passaggio concettuale dalla “protezione e salvaguardia della natura” alla “corretta gestione del territorio”.
·        
Favorire un’azione integrata di apertura della comunità scolastica al territorio, anche attraverso attività innovative (Open Space Tecnology…), quali momenti di conoscenza e sensibilizzazione sulle tematiche relative all’ambiente.
·        
Costruire occasioni, strutturate e sistematiche, di incontro e di scambio tra la scuola, i cittadini e il mondo della ricerca.

PARTNER
La collaborazione tra scuola e soggetti esterni, quali associazioni culturali e il Comune di Altavilla Silentina, vuole orientare l'elaborazione di percorsi didattici curvati sull'ambiente naturale, inteso come bacino di cultura e come risorsa da conoscere e salvaguardare.
Per il miglior raggiungimento delle finalità del Progetto, l’Istituto Comprensivo di Altavilla  Silentina ha stipulato protocolli di intesa con altri soggetti  culturali e istituzionali presenti nella realtà sociale:
-        
il Comune di Altavilla Silentina che da sempre affianca l’Istituzione scolastica sostenendola e supportandola in tutti i percorsi educativi e formativi;
-          Associazione Culturale “Argonauta” Arte, cultura e territorio di Altavilla Silentina impegnata nella realizzazione di attività nelle scuole per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico del territorio;
-         il Centro servizi al volontariato e all'economia solidale “Paideia” di Salerno protesa alla diffusione della cultura della partecipazione, offrendo momenti informativi mirati;
-          si prevede inoltre la collaborazione di Esperti nel settore audio-visivo per la realizzazione di documentari.